INCONTRO DEL CONSOLE GENERALE D'ITALIA, 

FILIPPO SCAMMACCA DEL MURGO E DELL'AGNONE 

CON I CORRISPONDENTI CONSOLARI IN BAVIERA 

MONACO, 8 GENNAIO 2013

documento consolare

L'otto gennaio scorso, nei locali del Consolato Generale di Monaco di Baviera, ha avuto luogo il primo incontro annuale del  Console Generale d'Italia, Ministro Plenipotenziario, Filippo Scammacca del Murgo e dell'Agnone, con i Corrispondenti Consolari  e con i Membri dei Comites di Norimberga e di Monaco. Alla Conferenza  erano presenti alcuni suoi stretti collaboratori, tra cui: la Responsabile dell'Ufficio Las,  Rigo,  il Commissario Amministrativo Cavagnoli e l'attuale Responsabile dell'Ufficio Scuola, Cecotti. 

Dopo le cordialissime parole di  benvenuto e di ringraziamento indirizzate ai Presidenti dei Comites, Ardizzone e Cumani e ai Corrispondenti Consolari: Bassi, Benini, Cecotti, Mangano, Mazzotta, Orgiana, Pecoraro e Tortorici e a tutti gli altri intervenuti, il Ministro Scammacca ha elencato brevemente l'ordine del giorno, dando  subito dopo  la parola ai suoi collaboratori. 

Per prima cosa sono stati chiariti dalla Responsabile Rigo e dal Commissio Cavagnoli alcuni punti di carattere sociale ed amministrativo, posti dai presenti: modalità e requisiti per l'ottenimento di determinate prestazioni, orari di apertura degli uffici, reperibilità, numero verde, prenotazione online,  nuove direttive per il rilascio di documenti, restrizioni sul rilascio di atti notarili, visite ai detenuti, contenziosi derivanti da divorzi, specie per ciò che riguarda l'affidamento dei figli. Alcuni dei presenti, tra cui i Corrispondenti Tortorici, Mangano, Mazzotta ed altri, hanno riferito quanto da loro sinora realizzato in favore dei connazionali detenuti. Il Commissario  Cavagnoli, ha accennato  inoltre agli ultimi sviluppi riguardanti un contenzioso successivo ad un divorzio. 

Si è parlato anche delle  ricorrenti richieste di certificati di esistenza in vita e di un'altra richiesta da parte dell'Inps (Bassi),  che ha attirato particolarmente l'attenzione del Ministro, dei rappresentanti dei Comites e di altri intervenuti (Mangano, Tortorici), che hanno riferito quanto da loro svolto in questi casi nella zona di loro competenza. A proposito degli atti notarili, il Ministro  ha invitato i Corrispondenti e i presenti a individuare e segnalare al Consolato notai disponibili a ricevere dichiarazioni in italiano nelle zone di loro competenza.

Sono state affrontate e discusse inoltre questioni riguardanti la scuola, anche alla luce  della riduzione di organico – come specificato dal Ministro – e anche in presenza di un nuovo tipo di emigrazione, come illustrato anche dal Presidente Cumani. A questo punto è intervenuta l'attuale Responsabile dell'Ufficio Scuola, Cecotti, anche per ciò che riguarda gli attuali corsi di lingua e cultura italiana in Baviera, illustrandone qualche aspetto e alcune oggettive difficoltà organizzative. Anche l'insegnante Grasso – direttamente coinvolto in questi corsi – ha riferito di certi inconvenienti legati alla modalità e alla data d'iscrizione, assicurando, nel contempo, sia all'Ufficio Scuola, sia al Consolato la sua piena disponibilità ad offrire una più stretta collaborazione, soprattutto sotto forma di telelavoro.

Per tutti questi problemi, e per gli altri, discussi durante la serata, sia da parte dei Comites, sia da parte del Consolato Generale, è stato deciso di elaborare e mettere online o di spedire, comunque, delle informazioni supplementari, magari sotto forma di Vademecum. 

Un altro importante tema discusso è stato quello riguardante le imminenti elezioni politiche (vedi: news del Consolato Generale) e al relativo problema già verificatosi all'atto dell'invio dei plichi ai connazionali (cambio indirizzo non denunciato, domanda di opzione, i numerosi plichi rispediti al mittente per vari motivi, ecc.). Dopo alcune precisazioni su quest'ultimo punto da parte del Responsabile Cavagnoli,  il Console Generale Scammacca ha riferito della recente convenzione con le poste tedesche al fine di facilitare l'individuazione del motivo di  un mancato recapito.   Il Presidente Cumani si è informato inoltre sulla possibilità –  specie per i ritardatari  –  di rimbucare direttamente il plico in Consolato – chiaramente –  in modo anonimo. In più, è stato distribuito e, comunque, sarà inviato a tutti gli interessati, un documento sintetico sulle elezioni con la relativa tempistica, e una lista aggiornata dei vari uffici consolari. 

Il Presidente Ardizzone e altri presenti, hanno espresso – a proposito delle elezioni  – la loro perplessità sulla sicurezza del voto, in base alla passata esperienza, anche perché, all'indomani delle ultime elezioni, si erano ventilate varie ipotesi riguardanti controlli più severi per i voti per corrispondenza, per non parlare della richiesta – da parte di alcune forze politiche – di una totale abolizione di questa opportunità, specialmente perché offerta agli italiani all'estero.

Al termine di questo incontro in Consolato, il Ministro Scammacca, dopo aver annunciato la prossima visita in Baviera del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ha invito i convenuti ad un ricevimento nella sua Residenza. Ricevimento che si è protratto per quasi due ore, durante il quale gli ospiti, oltre a godere della squisita ospitalità  del Ministro e della sua Consorte, Baronessa Martina, hanno potuto gustare diverse gustose specialità, avendo anche  la possibilità di scambiarsi, in modo più piacevole, altre informazioni prima di ripartire per le proprie destinazioni, distanti anche qualche centinaio di chilometri dalla capitale.

Nelle foto che seguono alcuni momenti della serata: il Console Generale, Scammacca  (1,2,8,13); la Baronessa Martina Scammacca (12,13); la Corrispondente di München Süd, Cecotti (1,6,7,13); la Responsabile dell'Ufficio LAS, Rigo (4); il Commissario Amministrativo Cavagnoli (9,10,11,13,14); il Presidente del Comites di Norimberga, Ardizzone (1,2,4,5,6,8,12) il Presidente del Comites di Monaco, Cumani (2,3); il Presidente dell'Associazione Famiglie Italiane, Cena (9,13,14); il Corrispondente di Ingolstadt, Benini (1,3.9,13); il Corrispondente di Augsburg, Bassi (1,9,13); il Corrispondente di Kempten, Mangano (3,13,14); il Corrispondente di Memmingen, Tortorici (3,4,6,8,9,12,13); il Corrispondente di Regensburg Mazzotta (7,9,11,14); il Corrispondente Orgiana (4); il Corrispondente Pecoraro (1,3,13,14) e l'insegnante Grasso (3,5,6,10,11,12,13,14)

Fernando Grasso, Kempten

 

1

2

3

4

5 6

7

8

9

10

11

12

13

14