▄bertragen Sie den Dialog in die Sie-Form!

 

 

A Piazza Navona, a Roma, Mario Macaluso (M) incontra Gisella Gelmini, una sua amica (G), che parla con un ragazzo (R)....

A Piazza Navona, a Roma, l'architetto Mario Macaluso (M) incontra una sua amica, la professoressa Gisella Gelmini (G) che  parla con un signore, il professor Robert Rist (R)...

1. (M) "Ciao, Gisella, come stai?"

1. (M) "Buongiorno, professoressa Gelmini, come sta?".

2. (G) "Ciao, Mario. Sto bene, Grazie! E, tu, come stai? Ti presento Robert Rist".

2. (G) Buongiorno, architetto. Sto bene, grazie! E, Lei, come sta? Le presento il professor Rist".

3. (M) "Anche io sto bene, grazie. E, tu, Robert, come stai? Sei tedesco? Sei a Roma in vacanza o per lavoro?".

3. (M) Anche io sto bene, grazie. E, Lei, professore, come sta? tedesco?  a Roma, in vacanza o per lavoro?".

4. (R) Grazie! Anch'io sto bene. No, non sono tedesco, sono austriaco e sono  qui per lavoro. E, tu, Mario, che fai a Roma?".

4. (R) Grazie! Anch'io sto bene. No, non sono tedesco, sono austriaco e sono qui per lavoro. E, Lei, architetto, che fa a Roma?".

5. (M) "Io abito e lavoro a in nella cittÓ eterna come Gisella. Volete venire a mangiare una bella Amatriciana nel ristorante qui vicino?".

5. (M) Io abito e lavoro nella cittÓ eterna come la professsoressa Gelmini. Volete (vogliono) venire a mangiare una bella Amatriciana nel ristorante qui vicino?".

6. (G). "No, purtroppo non possiamo, abbiamo un appuntamento con un amico! Ciao, Mario, a presto!".

6. (G). No, purtroppo non possiamo, abbiamo un appuntamento con un amico. ArrivederLa architetto, a presto!".

7. (M) "Arrivederci a presto, ragazzi!".

7. (M) "Arrivederci, professore, arrivederci, professoressa. A presto!".